Pescara, Masci annuncia demolizione Ferro di Cavallo, il “cancro della città”

PESCARA – Da oggi parte il cantiere per la demolizione del Ferro di Cavallo, conosciuto per essere in parte uno degli edifici con maggiore infiltrazione di delinquenza e occupazioni abusive.

Soddisfazione dal Municipio: “C’era un Fortino della criminalità, si chiamava Ferro di Cavallo, quando si pronunciavano quelle parole, in tutta Italia si sapeva a cosa ci si riferisse. Nessuno ci si avvicinava per la paura, chi ci provava subiva atti intimidatori, tutti ne stavano alla larga, spaccio di droga, violenze, delitti vari erano all’ordine del giorno“, così ha scritto in una nota il sindaco Carlo Masci.

Premi e ricevi le notifiche

“In quel grumo mefitico di delinquenza e di occupazioni abusive, formato da 120 appartamenti, c’erano anche settanta famiglie di persone perbene che avevano diritto a una casa pubblica, che erano costrette a vivere come in prigione, queste persone non potevano parlare, erano oggetto di angherie, minacce e prepotenze continue”.

“Due anni fa – racconta Masci -, in un sopralluogo sul posto, in condizioni difficilissime, scortati dalle Forze dell’ordine, con Marsilio, Sospiri e il presidente dell’Ater Lattanzio, facemmo una promessa ai cittadini onesti, dicemmo che avremmo liberato quegli appartamenti da chi li occupava abusivamente o senza titolo, assegnato altri alloggi in zone diverse della città a chi ne aveva diritto, demolito il Ferro di Cavallo, dopo averlo totalmente liberato”.

“In due anni, mentre i soliti urlatori di professione continuavano a gridare “al lupo, al lupo“, noi, con la piena e preziosa collaborazione di tutte le Istituzioni, dal Prefetto, al Presidente del Tribunale, al Procuratore, al Questore, alle Forze dell’Ordine, alla Asl, all’Ater, alla Polizia Locale, che pubblicamente ringrazio con grande riconoscenza, abbiamo lavorato senza sosta, con la forza della concretezza, e portato a termine questa operazione, che da tutti e da sempre era ritenuta impossibile”.

“Oggi – conclude – apriremo il cantiere per la demolizione del Ferro di Cavallo, nei giorni scorsi i Carabinieri hanno inferto un durissimo colpo a quella criminalità che per decenni aveva spadroneggiato con atti delinquenziali nel fortino. Oggi i cittadini onesti possono festeggiare, tra qualche giorno quel cancro della nostra città non esisterà più, raderemo al suolo quel simbolo con tutto ciò che di negativo ha rappresentato per la nostra città. Pescara cambia volto, anche nelle periferie più estreme, perché le promesse le facciamo diventare realtà“.

Premi e ricevi le migliori notizie del giorno sul canale WhatsApp di AbruzzoGlobale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.