Avezzano, progetto “Decameron Next Generation” pronto ad aprire il sipario

Progetto “Decameron Next Generation” pronto ad aprire il sipario.

Presentato ieri mattina in sala consiliare lo spettacolo che propone una visione moderna delle novelle di Boccaccio, ideato, promosso e realizzatodegli studenti del Liceo Benedetto Croce di Avezzano, con la preziosissima collaborazione dell’associazione culturale La Madia, il sostegno della Fondazione Carispaq, del Teatro dei Marsi e il supporto fondamentale dell’amministrazione comunale di Avezzano.

Premi e ricevi le notifiche

Un evento all’insegna dell’inclusione che culminerà con due rappresentazioni al Teatro dei Marsi in agenda per venerdì 26: la prima alle 10.30 per le scuole e poi, alle 21 per tutti, con ingresso libero.

Con Decameron il Teatro diventa il luogo e per promuovere un processo di apertura e partecipazione, di valorizzazione delle potenzialità di ogni studente e un modo per “andare insieme che fa star bene tutti” come ha sottolineato il vicesindaco Domenico Di Berardino, nonché “regalare ai ragazzi una riflessione più profonda sull’essere felici e sulla ricerca della bellezza”, concetto sottolineato dal regista Marco Verna. Al centro anche i temi della pace e della libertà, risuonati anche nelle parole degli studenti che hanno gestito la conferenza stampa.

Il direttore artistico della stagione di prosa Michele Gentile ha rimarcato “il percorso iniziato due anni fa per unire ad una stagione di altissima qualità anche il coinvolgimento dei giovanissimi, nel ruolo di attori principali”. Giovani che si sono cimentati anche nella realizzazione della scenografia, nella cura delle fasi di promozione, nella segreteria, nelle attività di trucco e parrucco.

Significativa la trama dello spettacolo che sarà presentato dal giornalista Luca Di Nicola: tutto nasce dalla guerra, che porta sei ragazzi ad una forzata convivenza in un vecchio magazzino. Qui, vecchi quadri e manoscritti danno il via a riflessioni sul dono della vita e sui percorsi storici che portano i segni della violenza e della distruzione. I giovani, però in questo modo scoprono il dono dello stare insieme, della solidarietà e la forza dell’amicizia.

Presenti all’appuntamento di presentazione in comune il vicesindaco Domenico Di Berardino, l’assessore Pierluigi Di Stefano, il regista Marco Verna, il direttore artistico della stagione di prosa Michele Gentile, i docenti del liceo, a cominciare dalla prof. ssa Mafalda Di Berardino, che ha preso la parola come referente del progetto portando i saluti del dirigente scolastico Prof. Attilio D’Onofrio.

Premi e ricevi le migliori notizie del giorno sul canale WhatsApp di AbruzzoGlobale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.