“Progettare per il sistema complesso – Verso un’ecologia del Design”, il nuovo libro dell’architetto Angelo Bucci

PESCARA – “Progettare per il sistema complesso – Verso un’ecologia del Design.” È il titolo del nuovo libro di Angelo Bucci, architetto abruzzese, di origine molisane, che sarà presentato giovedì 21 dicembre a Pescara, al Museo delle Genti d’Abruzzo. Il lavoro editoriale, che nel titolo richiama il famoso libro di Gregory Bateson “Verso un’ecologia della mente”, ha l’obiettivo di porre una critica al paradigma progettuale del design e, principalmente, alla perdita di valore sociale del design stesso.

“La disciplina del design – spiega Angelo Bucci – nasce con l’obiettivo di rendere migliore la vita delle persone attraverso la progettazione di prodotti, realizzati industrialmente, che fossero accessibili a tutti, assicurando uno standard di vita equo e, di conseguenza, generando una società che potesse prosperare senza conflitti. Ma il design è stato velocemente assoggettato al marketing, ponendo sempre maggiore attenzione sul profitto delle aziende e allontanandosi, passo dopo passo, dalle intenzioni iniziali. Nonostante grandi personaggi abbiano sempre professato una necessità di rimanere attenti alle società e non sottostare alle sole esigenze industriali (ad es. Tomás Maldonado) e ci siano stati movimenti che si sono interrogati profondamente sul ruolo del design in una società capitalistica (Radical Design), dagli anni ottanta in poi il paradigma economico neoliberista (o anarco-capitalista, come lo definisce Chomsky) ha completamente assorbito il concetto di design, utilizzandolo solo come strumento per aumentare le vendite”.

Premi e ricevi le notifiche

Il libro – da cui è tratto il saggio argomentativo scelto dal Congresso Mondiale degli Architetti UIA2023 ed è stato presentato dall’architetto Bucci a luglio scorso a  Copenhagen, davanti ad una platea di architetti e designer provenienti da tutto il mondo – comprende quattro interviste:  all’artista Jörg Grünert, al sociologo Simone D’Alessandro, all’ architetto Domenico Potenza e alla coppia di designer Gumdesign Gabriele Pardi e Laura Fiaschi.

“Il percorso frammentario del testo – commenta l’autore – ha lo scopo di far scattare delle riflessioni e non porta a una soluzione in particolare. Quello che mi interessa è stimolare un ragionamento e una nuova visione. Per questo motivo, il libro si conclude con un capitolo che ci invita a ragionare sulla necessità di prefigurare scenari futuri attraverso il Conceptual Design e i suoi strumenti (Speculative Design, Adversarial Design, Critical Design) e su quanto oggi, nel sistema dinamico complesso in cui viviamo, sia necessario un approccio diverso dal “cercare la soluzione” ma ci si debba interrogare su come influenzare il sistema per indirizzarlo verso una determinata direzione”. “Parlare di sostenibilità, equità, inclusività, eccetera – conclude – è possibile solo se si iniziano a sensibilizzare le persone in questa direzione. Questo perché l’unico modo, oggi, di influenzare il sistema dinamico complesso è agire sul mercato. Stimolare un cambiamento che parta dal basso, insomma, presuppone che si progettino oggetti che ci spingano a una riflessione, facendo diventare i “consumatori” un attore propositivo che, influenzando il mercato, cambia direzione a molte strutture coinvolte nel sistema complesso, generando il cambiamento auspicato”.

Storia del design, comunicazione, sostenibilità, relazione con la società, momenti particolari della disciplina e tanto altro sono i temi di “Progettare per il sistema complesso – Verso un’ecologia del Design”. L’appuntamento per la presentazione ufficiale è giovedì 21 dicembre, alle ore 18.00, nella Sala del Risorgimento del Museo delle genti d’Abruzzo a Pescara, in via delle Caserme. La presentazione sarà seguita da un approfondimento sul nuovo paradigma progettuale con l’autore Angelo Bucci, nella veste di ricercatore e designer, l’artista Jörg Grünert, il sociologo Simone D’Alessandro e l’architetto Domenico Potenza.

» I migliori articoli direttamente su WhatsApp, entra nel nuovo canale di AbruzzoGlobale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.