Il Teatro Rossetti di Vasto torna a fare cultura: tante emozioni per la ripartenza

VASTO – Il Teatro Rossetti di Vasto, uno degli scrigni magici della cultura della nostra provincia, torna a vivere, torna a fare musica, torna a fare spettacoli di prosa. Ieri sera ha avuto luogo la cerimonia di inaugurazione con il meraviglioso “Concerto per il Nuovo Anno” dell’Odessa Philharmonic Orchestra con il soprano Silvana Froli, il tenore Hector Lopez Mendoza e la direzione di Hobart Hearle.

Entusiasta il sindaco di Vasto e presidente della Provincia di Chieti, Francesco Menna: “Chiuso un anno fa per lavori ed interventi di efficientamento energetico, di manutenzione straordinaria degli impianti tecnologici, di illuminazione e audio, di riqualificazione che hanno interessato i tre ordini dei palchetti, il nuovo rivestimento delle pareti che di fatto ha riportato l’intera struttura alle fattezze originali del teatro borbonico fondato nel 1818 ed infine la riqualificazione dei locali interrati, dai servizi igienici ai camerini, ha riaperto questa sera in un viaggio tra la grande tradizione operistica italiana e quella della gloriosa famiglia Strauss di Vienna”.

Premi e ricevi le notifiche

“Con la riapertura del Teatro Rossetti – ha continuato Menna – riconsegniamo oggi alla città un importante spazio culturale per Vasto e per l’intero nostro territorio. Grazie di Cuore a tutti coloro che con dedizione, amore e grande professionalità hanno lavorato incessantemente in un grande lavoro di squadra affinché si raggiungesse questo importante traguardo. I lavori sono stati finanziati dal PNNR Cultura. Dopo il concerto di ieri sera partirà la XVI Stagione Concertistica e la IX Stagione di Prosa. La Stagione dei concerti sarà inaugurata il 14 gennaio, mentre la Stagione di prosa sarà inaugurata il 26 gennaio. Sia la prosa, che la concertistica, continueranno fino ad aprile.”

» I migliori articoli direttamente su WhatsApp, entra nel nuovo canale di AbruzzoGlobale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.