Premio Letterario Emily: una giuria di qualità per decretare i vincitori

VASTO – A pochi giornidalla scadenza del bando per la partecipazione alla seconda edizione del Premio Letterario Emily “I mille volti della violenza” – concorso promosso dall’Associazione Emily Abruzzo in collaborazione con Unione Nazionale Vittime (UNaVi) e patrocinato dal Comune di Vasto – la saletta della Biblioteca Comunale Mattioli di Vasto (Ch) che ospita i pacchi e le buste postali in arrivo da tutta Italia contenenti le opere in gara, giorno dopo giorno acquista sempre di più le sembianze di un vero e proprio raccoglitore di storie, racconti, riflessioni di donne, uomini, ragazzi che hanno conosciuto e sperimentato – direttamente o indirettamente – la violenza.

Sono le storie, i racconti, le parole che la Giuria Tecnicacomposta da Roberta Boschetti,Marilena Castrignanò, Luciano Del Plavignano,Federica Frisco, Cristina Greco, Katiuscia Palladino, Candia Piedigrossi, AriannaSaiz, già a lavoro da diversesettimane,staleggendo, conoscendo e “vivendo”per operare una prima selezione di volumi tra cui saranno scelte le cinque opere finaliste.

Premi e ricevi le notifiche

Queste verranno poi esaminate da una Giuria di Qualità, elemento che rappresenta solo una delle novità della seconda edizione del concorso letterario che combatte a suon di parole scritte e lette la violenza dai mille volti.

Altamente qualificati in ambito letterario e culturale sono i profili professionalidei componenti della nuova Giuria che decreterà i vincitori:Alberta Brambilla Pisoni, Avvocato, Segretario Nazionale UNaVi nonché madre di Lorenzo Claris Appiani – l’avvocato trentasettenne che fu vittima di violenza della follia omicida di un suo ex cliente – a cui è dedicata la corrente edizione del premio; Laura Marinaro, Giornalista e Scrittrice, specializzata in crime, e componente UNaVi;Beatrice Paola Fraschini, Coordinatrice UNaVi Primo Ascolto,giurata che la violenza l’ha vissuta sulla propria pelle; Giulio D’Urso, Psicologo, PhD, Ricercatore Universitario dell’ Università degli Studi G. D’Annunzio di Chieti-Pescara; Fabiana Agnello, Giornalista e Scrittrice.

“Ognuno di loro ha grande rilievo per tutto ciò che riguarda il mondo delle vittime”, ha dichiarato la vicepresidente del Comitato Direttivo del Premio Letterario Paola Radaelli, Presidente di Unione Nazionale Vittime, fermamente convinta dell’“importante apporto che tali giurati daranno alla fase conclusiva del concorso letterario, apporto che, sommato al grande lavoro della Giuria Tecnica, rappresenta un valore aggiunto al già alto livello dell’iniziativa”.

» I migliori articoli direttamente su WhatsApp, entra nel nuovo canale di AbruzzoGlobale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.