In Abruzzo non si trovano lavoratori

ABRUZZO – L’occupazione cresce in Abruzzo, ma aumenta la difficoltà nel trovare figure qualificate. Nel 2023, il 46,6% delle imprese ha segnalato problemi nel reperimento del personale, in crescita rispetto al 40,8% del 2022.

Confartigianato Imprese Chieti L’Aquila, insieme ad Academy ForMe, ha lanciato la piattaforma “Cerco – Offro Lavoro” per facilitare l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Premi e ricevi le notifiche

Il mismatch tra domanda e offerta soprattutto per le figure qualificate è in costante crescita, con Abruzzo che registra percentuali più alte rispetto alla media nazionale.

Nel 2023, su 116.720 assunzioni in Abruzzo, ben 54.410 sono state di difficile reperimento. Questo fenomeno rappresenta un costo per le imprese abruzzesi, pari a 182 milioni di euro.

La carenza di figure qualificate e di competenze ostacola anche la sostenibilità ambientale delle imprese: nel 2023, il 53,6% delle entrate ‘green’ previste in Abruzzo è stato difficile da trovare, un aumento di oltre otto punti rispetto al 2022. Anche le figure con competenze digitali 4.0 sono difficili da reperire, con il 55,9% segnalato nel 2023.

» I migliori articoli direttamente su WhatsApp, entra nel nuovo canale di AbruzzoGlobale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.