Termoli, la Madonna di Fatima arriva dal cielo

MOLISE – L’arrivo della Madonna di Fatima a Termoli è stato un momento di grazia e di fede, condiviso da tantissimi fedeli di ogni età, che si sono riversati al porto della città per accoglierla con tutti gli onori. Proprio sabato 27 aprile 2024 alle ore 18, la statua della madonnina è arrivata in città, con l’elicottero della Guardia di Finanza che ha compiuto tre simbolici giri prima di atterrare, ed è stata accolta dal vescovo diocesano Gianfranco De Luca, dal parroco don Benito Giorgetta, da padre Michele Tumbarello, dalle Istituzioni e dalle autorità civili e militari. Un Padre missionario è sceso dall’elicottero con in braccio la madonnina, che è stata consegnata al parroco di San Timoteo, don Benito, che a sua volta tramite i coniugi Casciotto, è stata portata al vescovo De Luca, che l’ha incoronata e intronizzata sulla portantina.

Durante l’atterraggio, in un contesto di entusiasmo e commozione, c’è stato il saluto con i tradizionali fazzoletti bianchi e il saluto del sindaco, del presidente della Regione Molise e una preghiera da parte di don Benito di benvenuto alla Madonnina da parte di tutta la comunità. Successivamente c’è stata la processione verso la parrocchia di San Timoteo: tre bambini vestiti come i tre pastorelli ai quali la Madonna apparve nel 1917, ossia Giacinta, Francesco e Lucia, hanno accompagnato la processione. Tante famiglie con bambini presenti, cittadini, turisti, tutti hanno portato una preghiera, un saluto, una benedizione a questo momento così bello e profondo. Dinanzi la chiesa ci si è fermati per una preghiera e prima della liturgia è stata letta la bolla con la quale è stata concessa l’Indulgenza plenaria da parte di Papa Francesco. Il vescovo ha aperto le porte e tutti i fedeli sono entrati all’interno della parrocchia. È seguita la celebrazione eucaristica. La chiesa gremita di fedeli ha accolto la madonnina in questa prima e storica giornata.

Premi e ricevi le notifiche

» I migliori articoli direttamente su WhatsApp, entra nel nuovo canale di AbruzzoGlobale.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.